Micheal Schumacher: La Moglie Corinna Vende la Collezione di Orologi e Tutte le Residenze di Lusso per Continuare a Pagare i Macchinari

I Sacrifici della Famiglia di Micheal Schumacher

Michael Schumacher e i Costi delle Cure Mediche

Le condizioni di salute di Michael Schumacher rimangono un mistero, ma sono noti i sacrifici finanziari e personali fatti dalla sua famiglia per garantire le sue cure. Dal grave incidente sulle nevi di Méribel il 29 dicembre 2013, Schumacher necessita di un’assistenza medica costosa. Secondo i tabloid “Hello Magazine”, “7News” e “Fox Sports”, la famiglia spende annualmente circa 7 milioni di euro per mantenere in vita l’ex pilota di Formula 1. Finora, si stima che abbiano speso circa 70 milioni di euro per le cure mediche e il personale necessario.

La Protezione di Corinna Schumacher

Corinna Schumacher, la moglie di Michael, ha dedicato enormi risorse per proteggere la privacy del marito. Ha creato una rete protettiva attorno a lui per difenderlo da speculatori e paparazzi. Solo una ristretta cerchia di familiari e amici intimi può avvicinarsi a Micheal Schumacher. Recentemente, Corinna ha sporto denuncia contro una rivista tedesca che ha utilizzato l’intelligenza artificiale per riprodurre la voce di Michael in un’intervista, un’ulteriore prova del suo impegno nel proteggere la dignità e la privacy del marito.

Vendite e Investimenti per le Cure

Per far fronte ai costi elevati delle cure, Corinna ha liquidato diversi beni di lusso. Ha venduto la collezione di orologi di Michael, il jet privato e la residenza in Norvegia. Questi fondi sono stati utilizzati per l’acquisto di una villa a Maiorca e dei terreni circostanti, un investimento cruciale per garantire a Micheal Schumacher un ambiente isolato e sicuro per le sue cure. Due anni fa, Corinna ha completato l’acquisto di questa proprietà, dimostrando la sua volontà di fare qualsiasi cosa per il benessere del marito.

Ulteriori Sacrifici e Impegno

Micheal Schumacher

Recentemente, Corinna ha venduto anche la lussuosa residenza sul lago di Ginevra. Questo atto simbolizza ulteriormente il suo impegno e la sua determinazione a fare tutto il possibile per mantenere in vita Micheal Schumacher. La sua dedizione incrollabile è evidente nelle azioni concrete che ha intrapreso, sacrificando parte del patrimonio di famiglia per garantire le migliori cure possibili al marito.

Conclusione

La famiglia Schumacher ha affrontato numerosi sacrifici finanziari e personali per garantire le cure di Michael Schumacher. Corinna Schumacher, in particolare, ha dimostrato una dedizione straordinaria, vendendo beni di lusso e proteggendo strenuamente la privacy del marito. Le sfide finanziarie e personali che affrontano sono un testamento dell’amore e dell’impegno della famiglia per il benessere di Michael Schumacher.

La perdita di autosufficienza è un rischio molto pesante non solo sotto l’aspetto umano perché compromette la vita di una persona ma anche sotto l’aspetto economico. Se una famiglia come quella di Micheal Schumacher si trova costretta a liquidare beni di lusso per sostenere i costi di questa situazione, una famiglia media entra in seria difficoltà.

La perdita di autosufficienza non è un rischio così remoto inoltre. Secondo il Sole24Ore nel 2030 un italiano su 12 sarà anziano e non autosufficiente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto